Tempo di Agire

Mi rivolgo ai miei lettori, che vogliano girare questo appello ad altri amici con la speranza di continuare tale catena virtuosa in felice progressione. Non possiamo lasciare solo chi si impegna nell’informazione su temi spinosi e segretati mettendo a rischio la propria incolumità. Dobbiamo agire.

Leggi il resto dell'articolo

La disbiosi ed il cibo che cura - informazioni su dieta GAPS e dieta paleolitica


Per informazoni sul metodo di cura della dottoressa Campbell-McBride (basato sulla dieta e sui probiotici) vedi http://disbiosi.blogspot.it/

venerdì 4 maggio 2012

Dietro la "vittoria" a Green Hill


Una recente azione animalista ha liberato dei cani beagle destinati alla vivisezione. Come fare a non rallegrarsi della notizia quando si vedono le immagini di quei sipaticissimi e teneri animali?

Un momento, un momento, ma chi è che sta cercando di commuoverci facendo vedere le immagini di quegli adorabili cagnolini?

Mamma Rai, e con lei tutte le principali televisioni private.

Che è successo? Fino a pochi anni fa gli attivisti dell'Animal Liberation Front o di organizzazioni consimili venivano etichettati come "ecoterroristi", "anarchici insurrezionalisti" ... e chi più ne ha più ne  metta. Adesso invece vengono dipinti dai servizi delle principali TV nazionali come persone con un grande cuore che si battono per i diritti degli animali indifesi.

Intendiamoci, sono felice se Green Hill chiude, sono felice se gli animali destinati alla vivisezione ritrovano la loro libertà, ma c'è qualcosa che non torna in questa inversione di tendenza dei mezzi di comunicazione/indottrinamento di massa. Per altro ... speriamo che la ritrovino davvero la libertà quei cagnolini, dal momento che potrebbero finire nuovamente in un lager vivisezionista, seppure per strade contorte (vedi anche l'articolo fint animalismo e negazionisti delle scie chimiche).

Il fatto è che mentre l'Italia si commuove alle immagini dei beagle liberati, mentre i 12 attivisti arrestati vengono liberati anch'essi (seppure con qualche restrizione alla propria libertà), mentre l'ideologia vegan si diffonde, le associazioni "ambientaliste" e "animaliste" (o cosiddette tali) propagandano l'estinzione volontaria della razza umana.

Sul profilo Facebook del "Movimento per l'estinzione Uumana volontaria" si può leggere PEOPLE=SHIT ovvero ESSERI UMANI=MERDA

E sul ben noto sito Promiseland (che nega ad oltranza l'esistenza delle scie chimiche) si può leggere un articolo (http://www.promiseland.it/2000/12/08/estinzione-umana-volontaria/)
che pubblicizza il sunnominato movimento. Le parole che ci tocca leggere sono fin troppo simili a quelle pronunciate dalla testa coronata che fondò il wwf. Il principe Filippo di Edimburgo nel corso di un'intervista con l'agenzia tedesca Deutsche Press Agentur ha infatti affermato: «Se mi dovessi reincarnare vorrei essere un virus letale, per eliminare la sovrappopolazione».
"Evitiamo di ricordare quanto la razza umana abbia dimostrato di essere un parassita ingordo ed immorale, nei confronti di questo pianeta una volta in buona salute. Questo genere di negatività non offrirebbe alcuna soluzione agli inesorabili orrori che l’attività umana sta causando. Piuttosto, il Movimento presenta una incoraggiante alternativa allo sfruttamento irrazionale e alla continua opera di distruzione dell’ecosistema di Terra. Come i Volontari del VHEMT ben sanno, l’alternativa auspicabile all’estinzione di milioni, forse miliardi, di specie di piante e animali è l’estinzione volontaria di una specie : l’ Homo Sapiens… noi."
Forse adesso si capisce meglio dove stanno andando a parare? E che dire del fatto che gli attivisti che hanno liberato i beagle a Green Hill e che lottano contro la vivisezione sono stati appoggiati dalla signora Brambilla, ex ministro per il turismo del governo Berlusconi?

Ministro del turismo sotto un cielo di scie chimiche ... se davvero avesse tenuto al turismo avrebbe lottato contro la geoingegneria clandestina (che uccide gli animali anche più rapidamente degli uomini) oltre che contro la vivisezione.

Insomma, ciò che appare spulciando dietro le quinte della realtà artefatta dei mass media è una crescente (finta) solidarietà nei confronti dell'ambiente e degli animali che purtroppo rappresenta un'azione di copertura, e che nasconde in realtà

a) la voglia di continuare a massacrare gli animali e desertificare il pianeta tramite l'accoppiata haarp+scie chimiche

b) l'intenzione di ridurre drasticamente la popolazione umana con guerre, calamità artificiali, disastri nucleari, vaccinazioni, sterilizzazione)

Nessun commento: