Tempo di Agire

Mi rivolgo ai miei lettori, che vogliano girare questo appello ad altri amici con la speranza di continuare tale catena virtuosa in felice progressione. Non possiamo lasciare solo chi si impegna nell’informazione su temi spinosi e segretati mettendo a rischio la propria incolumità. Dobbiamo agire.

Leggi il resto dell'articolo

La disbiosi ed il cibo che cura - informazioni su dieta GAPS e dieta paleolitica


Per informazoni sul metodo di cura della dottoressa Campbell-McBride (basato sulla dieta e sui probiotici) vedi http://disbiosi.blogspot.it/

venerdì 6 gennaio 2012

Le diagnosi precoci dei tumori ed i tumori che guariscono da soli - Le gravi malattie causate dai denti devitalizzati - Il sistema di guarigione della dieta senza muco - Riottenere la vista col metodo Bates - Gli effetti benefici del limone

Alcuni stralci dell'articolo
Le autopsie rivelano che i tumori…  Marcello Pamio - tratto da "Cancro Spa"
ACQUISTA IN PDF


Luigi De Marchi, psicologo clinico e sociale, autore di numerosi saggi conosciuti a livello internazionale, parlando con un amico anatomo-patologo del Veneto sui dubbi dell’utilità delle diagnosi e delle terapie anti-tumorali, si sentì rispondere: «Sì, anch’io ho molti dubbi. Sapessi quante volte, nelle autopsie sui cadaveri di vecchi contadini delle nostre valli più sperdute ho trovato tumori regrediti e neutralizzati naturalmente dall’organismo: era tutta gente che era guarita da sola del suo tumore ed era poi morta per altre cause, del tutto indipendenti dalla patologia tumorale»[1].
«Se la tanto conclamata diffusione delle patologie cancerose negli ultimi decenni – si chiese Luigi De Marchi – in tutto l’Occidente avanzato fosse solo un’illusione ottica, prodotta dalla diffusione delle diagnosi precoci di tumori che un tempo passavano inosservati e regredivano naturalmente? E se il tanto conclamato incremento della mortalità da cancro fosse solo il risultato sia dell’angoscia di morte prodotta dalle diagnosi precoci e dal clima terrorizzante degli ospedali, sia della debilitazione e intossicazione del paziente prodotte dalle terapie invasive, traumatizzanti e tossiche della Medicina ufficiale. Insomma, se fosse il risultato del blocco che l’angoscia della diagnosi e i danni delle terapie impongono ai processi naturali di regressione e guarigione dei tumori?”.[2]
Con quanto detto da Luigi De Marchi – confermato anche da autopsie eseguite in Svizzera su cadaveri di persone morte non per malattia – si arriva alla sconvolgente conclusione che moltissime persone hanno (o avevano) uno o più tumori, ma non sanno (o sapevano) di averli.
In questa specifica indagine autoptica (autopsie) fatta in Svizzera, ed eseguita su migliaia di persone morte in incidenti stradali (quindi non per malattia), è risultato qualcosa di sconvolgente:
- Il 38% delle donne (tra i 40 e 50 anni) presentavano un tumore (in situ) al seno;
- Il 48% degli uomini sopra i 50 anni presentavano un tumore (in situ) alla prostata;
- Il 100% delle donne e uomini sopra i 50 anni presentavano un tumore (in situ) alla tiroide.[3]






Ad agosto 2011 è arrivata a Monaco a togliere due denti devitalizzati dal Dr. Kreger Renata. Non era previsto, ma abbiamo passato quasi un'intera giornata insieme. Suo fratello si era convinto della tossicità dei denti devitalizzati essendo guarito da problemi digestivi, stanchezza, dolori cronici e mal di testa, dopo aver tolto i suoi. Il suo percorso era partito dalla lettura di un mio scritto su internet, "Sui denti" (2005). E infine aveva contagiato Renata. O meglio l'atteggiamento di Renata era: "Fratellino, non riesco propria capire proprio come l'autorevolezza che molti ti invidiano e la tua grande convinzione siano andati a finire in una tesi così impossibile! Metti in gioco tutti i tuoi meriti per farmi togliere questi due denti? Ebbene allora io lo faccio, ma questo ti lascerà nel torto quando si scoprirà che non era questa la causa e che ho tolto due denti inutilmente." E invece è rimasta fulminata dai risultati. Mai più un'emicrania, sin dal primo giorno. Mal di testa /emicrania /depressione di 15 anni dipendevano da quello, dai denti. E per quelli di voi che capiscono queste cose dirò che al momento della guarigione Renata aveva ancora 7 amalgame in bocca (!). Ora naturalmente l'argomento dei pericoli dei denti devitalizzati è diventato uno dei suoi preferiti. Renata mi fa mille domande: "Come è nata la tua scoperta sulla tossicità dei denti devitalizzati?" "E perché non si fa più divulgazione su cose di questo tipo così importanti?" 






Quando si fanno tagli ai testi di un autore, specialmente dove ci sono informazioni vitali per comprendere un tecnica o un insegnamento completo che necessita di dati preliminari per poter arrivare alla comprensione del tutto, se ne rende impossibile l’applicazione. (...)
E invece ho trovato addirittura l’originale! E non solo, ho trovato la traduzione dell’originale così com’è, cioè non è stata cambiata una virgola di quello che ha scritto Bates, a parte quando la traduzione letterale dall’inglese in italiano non sarebbe stata comprensibile. L’impaginazione e la copertina sono identiche all’originale (...)

Per concludere, la mia vista è migliorata e migliorerà ancora man mano che applico quello che sto imparando.

Oggi, 9 settembre 2011, a 61 anni compiuti ho rinnovato la patente di guida con 10 decimi per occhio. In realtà sono almeno 11 decimi, la tabella non andava oltre, ma il medico ne ha segnati 10, per la patente non ne sono richiesti di più. Qui puoi vedere il certificato medico per il rinnovo della patente.

 Se anche tu non vuoi ricorrere agli occhiali, se vuoi buttare via gli occhiali e magari fare la prossima foto sulla patente senza occhiali (il che significa che avrai passato l’esame della vista senza occhiali) acquista il libro Vista Perfetta Senza Occhiali





Il sistema di guarigione della dieta senza muco


A chi desidera avvicinarsi al Fruttarismo e al Crudismo consiglio di leggere il libro “Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” il capolavoro e best seller di Arnold Ehret.

L’autore ha guarito sé stesso dopo essere stato dichiarato incurabile da diversi medici. Passando attraverso i più svariati metodi di cura è arrivato alla conclusione che frutta e verdura cruda costituiscono l’Alimentazione Naturale dell’Uomo.
Consapevole che, con un organismo abituato a nutrirsi di alimenti errati, i più non potrebbero passare a un’alimentazione crudista direttamente senza spiacevoli inconvenienti, Arnold Ehret ha ideato la Dieta di Transizione per permettere ad ognuno di arrivare alla Dieta Senza Muco, ovvero Crudista, in modo semplice e coerente.


Leggi tutto l'articolo





Gli effetti benefici del limone

Il limone è ricco di oli essenziali, il principale dei quali è il limonene, concentrato prevalentemente nella scorza. Gli oli essenziali del limone hanno un elevato potere antibiotico e disinfettante. Applicati sulla pelle, svolgono anche un’azione revulsiva (richiama il sangue in superficie) e per tale motivo risultano utili in caso di reumatismi, inoltre, sono cicatrizzanti.

Il limone (assieme al pomodoro) è il vegetale con il più alto contenuto di acido citrico, una sostanza essenziale per il ricambio energetico delle cellule. Contiene inoltre citrati di sodio e di potassio, che hanno un notevole potere depurativo.

Dal limone lo scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgy riuscì per primo a isolare la vitamina C, di cui il frutto è particolarmente ricco.

Anche in questo caso, come spesso accade, non è tanto la presenza di questo o di quell’elemento a essere efficace, quanto piuttosto l’armonico contributo di diverse sostanze che interagiscono tra loro (è proprio grazie alla relazione con altre sostanze che la vitamina C contenuta nel limone cura lo scorbuto: la stessa vitamina, ottenuta in laboratorio, risulta inefficace).

Discreto è l’apporto di vitamine del gruppo B e della vitamina P. Nella scorza si trova un’altissima quantità di flavonoidi.

· Riduce i livelli di colesterolo e contrasta l’arteriosclerosi


Leggi l'intero articolo

Nessun commento: